Il trauma di aver subito un furto in casa

I furti nelle abitazioni sono, purtroppo, fenomeni sempre più diffusi che possono capitare a ciascuno di noi nel corso della vita. In alcune circostanze questi eventi possono diventare traumi difficili da elaborare.

Spesso gli effetti psicologici di un furto nella propria casa sono intensi, a volte quanto quelli di chi subisce una rapina. La propria abitazione, comunemente percepita come posto sicuro, diventa ora un luogo carico di ricordi ed emozioni negative.  Dopo aver subito un furto si possono provare sensazioni di forte vulnerabilità, ansia ed angoscia. Possono presentarsi incubi notturni collegati e può capitare di controllare in modo ossessivo di aver chiuso porte e finestre per la paura dei ladri. Se tali sintomi perdurano e si intensificano con il passare del tempo, è consigliabile rivolgersi ad uno psicologo.

La vittima di eventi traumatici è continuamente tormentata dal ricordo del trauma vissuto, da un passato che continua ad inondare e sommergere il presente di paura, impedendogli di affrontare la propria quotidianità. E’ falsa la credenza che bisogna cercare di allontanare dalla memoria il ricordo traumatico per superarlo, al contrario se non viene elaborato questi si fissa in modo più indelebile nella memoria e continua a condizionare la vittima nelle sue azioni quotidiane, spingendola ad evitare di affrontare da sola le situazioni temute (ad es. evitare di stare da soli in casa dopo aver subito un furto e il non riuscire più a dormire nella propria stanza).

 

Le fasi emotive che si vivono dopo un furto:

1.   Shock ed incredulità

2.   Rifiuto di accettare le proprie emozioni e di parlare dell’evento vissuto => la persona vuole mostrarsi forte di fronte agli altri

3.   Tristezza => si prova solo dopo aver accettato l’evento negativo accaduto. Si percepisce anche un vissuto di perdita non solo per il valore materiale degli oggetti rubati, ma soprattutto per il valore affettivo, che è insostituibile.   

4.   Rabbia => una volta che si è entrati in contatto con il dolore della perdita, si prova rabbia per il danno subito e si desidera giustizia. E’ importante che la rabbia venga elaborata perché aiuta a reagire nel superare il trauma.

5.   Paura

La fase della paura è di norma la più acuta e la più complessa. Il proprio spazio intimo, simboleggiato dalla propria casa, è stato invaso. E’ inquietante sentirsi violati nel proprio spazio e perdere i propri oggetti. E’ frequente per le vittime di furto provare forte ansia o avere paura di rimanere soli nella casa che è stata derubata.

 

Come superare questa esperienza traumatica?

 

Esprimere le proprie emozioni

Mantenere le proprie routine.

Non farsi bloccare dalla paura.

Chiedere aiuto e supporto.

Evitare di autoaccusarsi.