Scala per lo stress percepito (PSS- Sheldon Cohen)

 

Possiamo imparare ad essere consapevoli di noi stessi e dei nostri livelli di stress.

 

Tra i  test attitudinali e di valutazione che misurano  la percezione soggettiva dello stress vi è la scala per lo stress percepito (Perceived Stress Scale o PSS) sviluppata da Sheldon Cohen.

 

   

PSS  (Sheldon Cohen)

 

Le domande contenute in questa scala riguardano i tuoi sentimenti e pensieri durante l’ultimo mese. Per ogni domanda, ti viene chiesto di indicare la tua risposta circolettando la frequenza con cui si è sentito o ha pensato in un certo modo.
Alla fine calcola il punteggio ottenuto e leggi il profilo che corrisponde al tuo punteggio.

 

0 = Mai

1 = Quasi mai

2 = A volte

3 = Abbastanza spess

4 = Molto spesso

 

 

1. Nell’ultimo mese, con che frequenza si è sentito fuori di sé poiché è avvenuto qualcosa di inaspettato?....................................................................

 

0  1  2  3  4

 

2. Nell’ultimo mese, con che frequenza ha avuto la sensazione di non essere in grado di avere controllo sulle cose importanti della sua vita?........................

 

 

0  1  2  3  4

 

3. Nell’ultimo mese, con che frequenza si è sentito nervoso o “stressato”?.....

 

0  1  2  3  4

 

4. Nell’ultimo mese, con che frequenza si è sentito fiducioso sulla sua capacità di gestire i suoi problemi personali?....................................................

 

 

 4  3  2 1  0

 

5. Nell’ultimo mese, con che frequenza ha avuto la sensazione che le cose andassero come diceva lei?...............................................................................

 

 

 4  3  2  1  0

 

6. Nell’ultimo mese, con che frequenza ha avuto la sensazione di non riuscire a star dietro a tutte le cose che doveva fare?....................................................

 

 

0  1  2  3  4

 

7. Nell’ultimo mese, con che frequenza ha avvertito di essere in grado di controllare ciò che la irrita nella sua vita?..........................................................

 

 

4  3  2  1  0

 

8. Nell’ultimo mese, con che frequenza ha sentito di padroneggiare la situazione?...........................................................................................

 

 

4  3  2  1  0

 

9. Nell’ultimo mese, con che frequenza è stato arrabbiato per cose che erano fuori dal suo controllo?.......................................................................................

 

 

0  1  2  3  4

 

10. Nell’ultimo mese, con che frequenza ha avuto la sensazione che le difficoltà si stavano accumulando a un punto tale per cui non poteva superarle?..........................................................................................................

 

 

 

0  1  2  3  4

 

                                                                                                                                       Punteggio totale:........................

 

 

Calcolo dei punteggi.

 

Sommando  tutti gli item della scala si otterrà  un risultato finale.

 

 

Risultati:

 

1-10= Sotto la media. Buona gestione degli eventi stressanti e adattamento agli imprevisti.

 

11-14= Nella media. Ben lontani dalla mancanza di eventi stressanti, ma imparando a ridurne gli effetti si può raggiungere un buon livello di benessere.

 

15-18= Medio-alto. E’ possibile che anche senza accorgersene, lo stress accumulato stia già influenzando su corpo, pensieri, emozioni e comportamento.

 

19 + = Alto. E’ possibile che il corpo e la mente stiano sperimentando livelli di stress molto elevato, che alla lunga potrebbero essere dannosi.

 

In caso di punteggi elevati, si sottolinea che i risultati ottenuti non sono sicuramente sufficienti per stilare una diagnosi, tuttavia si ricorda che lo stress è una normale reazione di adattamento di fronte a variabili  interne o esterne che creano un sovraccarico di tensione fisica e psicologica. Quando la presenza di variabili ed eventi stressanti si prolunga nel tempo, lo Stress si trasforma in  cronico e la tensione continua a cui sei sottoposto induce iperattivazione dell'organismo, che perde il proprio equilibrio o omeostasi.

Con il tempo si va incontro a una graduale perdita di energie e possono comparire sintomi quali: irritabilità, ansia, insonnia, difficoltà di concentrazione, attenzione e  alterazioni dell'umore.
Una tecnica utile ed efficace per migliorare il proprio benessere e alleviare e gestire lo stress è il training autogeno.
Download
Scala per lo Stress Percepito.pdf
Documento Adobe Acrobat 252.8 KB